Rimborsi dei dazi nel settore siderurgico

Gentilissimi,

Ricordiamo ed informiamo che giusto quanto disposto dalla legge 5/7/64 n. 639 i prodotti siderurgici trasformati beneficiano di un “premio” all’esportazione denominato “rimborso dazio”.
La legge è stata variata con DPR del 7 settembre 1977, n. 788, con il quale sono state abbassate alcune aliquote per gli scambi con gli stati EFTA.

Purtroppo, non v’è riferimento alla tariffa doganale, ma solo alla descrizione di taluni prodotti, ma risulta tuttavia ben comprensibile.

Rientrano in tale rimborso le merci di cui al documento allegato riportate sotto l’indicazione descrizione delle merci.

Solo a titolo di esempio , per la nomenclatura combinata 84512900 il premio risulta essere di Lire 20 (€ 0,01033) al Kg. sul peso nettissimo di macchinari nuovi di indubbia origine italiana.

Procedura in breve: la società esportatrice indicherà in fattura oltre al peso lordo e netto anche il nettissimo (solo per il ferro o l’acciaio).
Il doganalista, su esplicita richiesta della ditta esportatrice, emetterà la bolletta doganale negli esemplari 3 (uso amministrativo) e 3a (per richiesta rimborso).
Periodicamente (ma sempre entro 2 anni dall’esportazione) si compilerà un prospetto riassuntivo, con gli originali degli esemplari 3/a, allegandolo alla domanda da presentare all’Ufficio delle Dogane competente per l’azienda richiedente.

Per qualsiasi informazione i nostri uffici sono a disposizione.
Potete contattare i vostri riferimenti oppure scrivere a info@centralcargo.it

 

Legge 639/1964

DPR 778/1977